Papermoney 500 VIENNA 10 Luglio 1838. Documento su Carta bollata da 10 Gulden e timbro a secco dell’Ufficio Registri di Vienna. In basso Timbro a secco intagliato Recante Stemma Asburgico con Firma Autografa. Nel retro ceralacca e firma autografa del Marchese Filippo Ala-Ponzone, famoso Nobile Cremonese. Storia del Casato Ala-Ponzone: Il casato ebbe origine dal matrimonio (1697) tra il marchese Gian Francesco Ala e Beatrice Ponzone, erede di una delle più illustri e antiche famiglie feudali di Cremona. Dei loro figli maschi - Pietro Martire e Daniele - soltanto al primogenito spettarono il titolo comitale e i beni dei Ponzone, mentre al secondo toccò la cospicua fortuna degli Ala, poi trasmessa in eredità al nipote Gian Francesco, secondogenito di Pietro Martire e marito di Paola Cattaneo. Nel 1804, il figlio di questi, Daniele, sposò Maria Visconti Ciceri, ultima discendente del nobile casato milanese, i cui beni, uniti a quelli dei Caimi di Como e dei Bagliotti di Novara, passarono al figlio Filippo; il quale nel 1842 successe pure nei titoli di primogenitura (ma non nell'eredità patrimoniale) al cugino Giuseppe Sigismondo Ala Ponzone, morto in quell'anno senza eredi. La linea maschile degli Ala Ponzone si estinse definitivamente nel 1885 con la morte di Filippo, cui sopravvissero due figlie femmine: Paolina (+1923) e Adele (+1888)

< Go Back
Loading...